Città sospesa fra cielo, terra e acque, circondata dal mare e da lagune uniche in Europa, Cagliari, capitale della Sardegna, ha un’anima divisa tra storia millenaria, cultura, natura, turismo balneare e vita notturna. Intrigato dai panorami di Castello, dai bastioni e dalle vestigia romane, il visitatore si ritrova in una realtà ricchissima di attrazioni. A pochi passi dalla spiaggia del Poetto ecco a oriente lo stagno di Molentargius, parco naturalistico e habitat perfetto per numerose specie vegetali e animali. A ovest invece lo stagno di Santa Gilla, magico luogo dei primi insediamenti cartaginesi. Nelle vecchie Saline, che al tramonto si colorano di sfumature rosso-porpora, gli eleganti fenicotteri rosa si fanno ammirare per il loro volo elegante e felpato.

Al centro di un’area metropolitana di cinquecentomila abitanti, la città emerge silenziosa e magica. Costruita su sette colli sui quali sorgono i quartieri cittadini (Castello, Tuvumannu, Tuvixeddu, Monte Claro, Monte Urpinu, Bonaria, San Michele), la Karalis fenicia e poi romana ha un cuore verde nell’Orto botanico, che all’ombra dei sui ficus secolari, custodisce antiche cisterne romane e ospita rarissimi esemplari della flora Mediterranea e tropicale. Splendidi panorami possono essere goduti dalla sommità dei colli cittadini: dai Giardini Pubblici e dal Terrapieno, Monte Urpinu, Colle di San Michele e parco di Monte Claro.

 

Cagliari custodisce gelosamente la storia e la memoria delle antiche civiltà che qui si sono succedute, mescolandosi in una perfetta sintesi mediterranea. Tra le sue strade il ricordo delle diverse civiltà: Punica nei resti della Necropoli di Tuvixeddu, la Karalis Romana testimoniata dal grandioso Anfiteatro, Bizantina con la Basilica di San Saturnino, Pisana con le alte Torri, fino ad arrivare alla Piemontese con il meraviglioso Palazzo Regio. Impronte e tracce millenarie si riscoprono tra le strette vie un tempo percorse solo da carri e carrozze. Bastano pochi passi e, tra antichi e nuovi palazzi, d’un tratto si scopre l’emozione di monumenti affascinanti che raccontano la storia della città. Una storia che dura ormai da ottomila anni e guarda al futuro con l’ottimismo di una Capitale italiana della Cultura, ruolo attribuito alla capitale della Sardegna in questo 2015.